In evidenza

Compirebbe 130 anni la funicolare al Monte dei Cappuccini

“Non vi è buon torinese che, bimbo, non abbia chiesto e ottenuto un giorno, come premio, una gita in funivia al Monte dei Cappuccini: il bimbo divenuto uomo ricorderà con dolcezza la prima gita al Monte”. Così La Stampa, il 1° luglio 1935, in occasione del 50° anniversario della Funicolare costruita dall’ingegner Ferretti, raccontava il legame dei torinesi con quella che era una meta di “villeggiatura a buon mercato”, nel cuore della città.
Stazione di partenzaIl 16 dicembre 1885, alle 4 del pomeriggio, si svolse l’ultimo esperimento privato della “nuova ferrovia funicolare, che conduce, in un minuto e mezzo, dalla strada di Moncalieri al Monte dei Cappuccini”. I due piccoli vagoni, da quattro posti l’uno, vennero testati sul tracciato di 120 metri, con una pendenza massima del 45%, soprattutto per dimostrare la solidità del freno di sicurezza ideato e realizzato dall’ingegner Ferretti, che – si legge ancora nelle cronache dell’epoca – “dopo l’esperienza offrì agli invitati del vermouth e poi li trattenne a pranzo”.
Il servizio venne sospeso nel 1940 a causa delle restrizioni energetiche, riprese a singhiozzo negli anni successivi, fino all’ultima corsa del 31 marzo 1942.

acquista-articolo_2