Fucilate in chiesa: le tracce nei marmi al Monte dei Cappuccini

La morte di un soldato sacrilego nel 1640 non avvenne per intervento divino, come si narrava, ma per le fucilate di un avversario che lo fulminò attraverso una feritoia sotto il tabernacolo. Quella fessura esiste ancora; le pietre scheggiate documentano lo scontro a fuoco. Le mani sacrileghe che quel sabato 12 maggio 1640 hanno già […]