Torino Storia n. 87 – febbraio 2024

3.006.50

In copertina

QUELLI CHE INVENTARONO L’EGIZIO
Duecento anni del Museo nel segno degli archeologi
che portarono a Torino i tesori dei faraoni

C’ERA UNA VOLTA FIAT
Nel 1928 il decollo del marchio torinese, che ormai in Italia
vende meno della concorrenza tedesca

C’ERA ANCHE LA LITTORINA
Non solo auto nella storia dell’industria subalpina, Fiat
sfondava anche nel mondo dei treni

LE LIBRERIE CHE RESISTONO
Quelle storiche hanno chiuso, ma altre guardano al futuro
e promettono di lasciare un segno

IO SOPRAVVISSUTA AI NAZISTI
Parla Adriana Pastore, fuggita dal Carcere delle Nuove
mentre i tedeschi mandavano a morire i partigiani

PRIMA DEL FEMMINISMO, LE ROSINE
Nel cuore di Torino l’Istituto che anticipò la lotta
per l’emancipazione delle ragazze povere

FASCI DI LUCE
Sorpresa alla Gran Madre: al solstizio d’estate
la luce festeggia San Giovanni

LA TOMBA DEL PRINCIPE TOMMASO
Il capostipite del ramo Savoia Carignano, trisavolo del
primo Re d’Italia, è nella Cappella della Sindone

SUPERGA E CORSO FRANCIA
Il viale più lungo di Torino, venti chilometri, è come un dito
puntato verso la Basilica dell’ex voto

IL RITORNO DI NERVI
Rinasce l’aula del grande architetto a Torino Esposizioni
e forse un giorno riavremo il Palazzo del Lavoro

IL QUARTIERE DEI «SABIUNÈ»
La gente di Borgata Rosa, al confine con San Mauro,
viveva vendendo la sabbia scavata nel Po

IL RITO CRUDELE DELLA CIABRA
I goliardi tormentavano gli sposi troppo vecchi per avere
figli, i Savoia cercarono di vietarlo

 

Scegli tra il prodotto cartaceo più digitale o solo digitale

Informazioni aggiuntive

Tipo

Cartaceo e digitale, Solo digitale